Come Usare una Panca a Inversione per il Mal di Schiena

Ormai oggi giorno molte persone accusano dolori alla schiena tanto da essere costrette a dover prendere dei farmaci. Ma tutto questo sta per finire perché a dare un maggior sollievo sarà necessario utilizzare una panca ad inversione. Questi particolari disturbi causano una pressione sulle radici dei nervi che a sua volta generano dolori forti a schiena, piedi, gambe e glutei.

Utilizzare questo strumento consente al corpo di rilassarsi e di ridurre al minimo quella pressione sulla vertebre e sulle radici dei nervi; questa “ipotesi” viene confermata anche da alcuni studi scientifici.

Panca a inversione: ecco come funziona

Prima di iniziare ad allenarsi, assicuriamoci che la panca a inversione sia stata montata correttamente per evitare che ci facciamo male. Inoltre è importante leggere le istruzioni al fine di capire come agganciare le giunzioni, i cardini e le cinghie; magari chiediamo consiglio a qualche nostro amico se già l’ha utilizzata.

Indossiamo una tenuta sportiva per muoversi con più facilità e mettere delle scarpe da ginnastica mentre si fanno gli esercizi. Posizioniamoci con la schiena rivolta alla panca, poi fermiamo i piedi uno alla volta e blocchiamoli. In ultimo ma non meno importante fissiamo le cinghie e iniziamo il nostro esercizio: aiutiamoci con le maniglie per capovolgerci e fermiamoci in posizione orizzontale per 1 o 2 minuto così da permettere al flusso sanguigno di equilibrarsi e ritorniamo alla posizione di partenza facendo un lento movimento.

Esercizi sulla panca a inversione per il mal di schiena

Seguiamo il programma raccomandato dal nostro medico, evitiamo di fare autonomamente perché potremmo peggiorare la nostra situazione. La panca a inversione viene utilizzata non molto spesso per chi ha un dolore cronico infatti consente di alleviare il dolore; in alternativa risultano utili anche fisioterapia, iniezioni epidurali, chirurgia o quant’altro per risolvere questo disturbo.

Per la prima settimana l’inclinazione massima da utilizzare non dovrà superare i 45 gradi: prima di capovolgersi, fissiamo la cinghia nella parte inferiore. I movimenti dovranno essere morbidi e troviamo il giusto equilibrio restando immobili per 1 minuto nella posizione orizzontale, poi incliniamoci di 45 gradi.

Mano a mano che si andrà avanti l’inclinazione aumenterà e il corpo si inizierà ad abituare: più si andrà avanti e più il dolore risulterà meno insistente.